COMUNICATO STAMPA CIDA - DIRIGENTI PROMOTORI DI UN'AZIONE COMUNE PER IL BENE DEL PAESE

1/10/2013

Roma, 30 settembre 2013. “L’Italia non può permettersi di affrontare ancora un’altra crisi di governo!” afferma Silvestre Bertolini Presidente di CIDA – Manager e Alte Professionalità per l’Italia, il soggetto che rappresenta unitariamente a livello istituzionale quasi un milione di dirigenti, quadri e alte professionalità del pubblico e del privato.

 

“Mentre incombono scadenze perentorie e permangono situazioni di gravi emergenze la classe politica non può assolutamente permettersi di anteporre l’interesse di parte all’interesse generale.

 

Occorre l’impegno di tutti per scongiurare il rischio di un imbarazzante esercizio provvisorio e di provvedimenti scritti “su dettatura” dell’Unione Europea” prosegue Bertolini.

 

“Con atteggiamenti sconsiderati si rischia di annullare i segnali di ripresa che abbiamo avuto in quest’ultimo periodo, di allontanare i grandi investitori nazionali ed internazionali, di far cresce il debito pubblico, di rinviare la riduzione del cuneo fiscale” specifica il Presidente CIDA.

 

“Da parte nostra” conclude Bertolini “abbiamo chiesto a tutte le altre Parti Sociali di coordinare un’azione comune perché siamo convinti che in questo momento non ha senso arroccarsi su posizioni specifiche e settoriali. Se una parte dell’Italia affonda, tutto il Paese affonda con essa, i dirigenti italiani non possono permetterlo e non vogliono che ciò avvenga”.

Tags:

Please reload

Articoli Recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Categorie
Please reload