Comunicato stampa sulla "manovra Monti"

14/12/2011

Si riporta il comunicato stampa diramato dalla nostra Confederazione sulla "manovra Monti":

Comunicato Stampa

 

La CIDA sulla Manovra Monti

“La manovra del Governo Monti rischia di non garantire il superamento della crisi economico-finanziaria in cui è caduto il Paese a causa anche della speculazione finanziaria internazionale. Sono indispensabili riforme e interventi strutturali connotati da profonda equità per far uscire definitivamente il Paese da una crisi che continua a opprimere il tessuto sociale italiano. Crisi strutturale che soffoca l’Italia a causa di una politica superficiale che tutte le forze politiche hanno attuato da decenni senza cautelare il Paese da probabili fallimenti”.  Sono queste le considerazioni del Presidente della CIDA, Giorgio Corradini sulla “manovra Monti” nel corso del Consiglio Nazionale della Confederazione tenutosi il 13 dicembre a Roma.

Nel corso della riunione, il Consiglio

 

ha valutato.

 

che la manovra del Governo Monti è necessaria ed urgente per evitare al Paese un sicuro fallimento 

nel contempo ha evidenziato

come il peso della stessa ricade, ancora una volta sui soliti noti: lavoratori dipendenti, pensionati, sui loro beni e sulle loro famiglie

evidenzia

che le categorie rappresentate dalla CIDA ancora una volta contribuiscono con senso di responsabilità all’attivazione di una pesante manovra

auspica

che in queste ore si concretizzino modifiche richieste da CIDA atte a correggere palesi iniquità specie a carico dei lavoratori che, perso il posto di lavoro, stanno versando contributi volontari per un aggancio alla pensione che vedono allontanare con la manovra in atto

auspica infine

che la manovra non receda di pur timidi interventi in materia di lotta all’evasione e di attuazione di liberalizzazioni

ma soprattutto chiede, prima che malauguratamente si debba rendere necessaria una ulteriore manovra, il cui impatto per il Paese e per la coesione sociale sarebbe insostenibile, che il Governo immediatamente intervenga con 

 

  • un reale e sostanziale abbattimento dei costi della politica diretti ed indiretti ad ogni livello

 

  • un piano di dismissioni del patrimonio pubblico e di privatizzazioni in settori non strategici

 

  • una decisa e coraggiosa politica di liberalizzazioni

 

  • una lotta efficace all’evasione fiscale

 

  • una improcrastinabile riforma fiscale e delle giustizia civile

 

 

e che soprattutto

 

non faccia mancare migliori e più ampie misure per la competitività delle aziende e del Paese, senza le quali ogni sacrificio richiesto verrebbe vanificato.

 

Il Consiglio Nazionale della CIDA pur comprendendo l’urgenza con cui il Governo ha dovuto operare, considera fondamentale che tutte le Parti Sociali vengano coinvolte, d’ora in avanti, in una autentica concertazione per mettere finalmente al centro delle politiche economiche e valoriali il principio di equità.

 

Queste posizioni sono patrimonio comune di tutte le componenti della dirigenza e delle alte professionalità oggi riunite nella Costituente Manageriale.

Tags:

Please reload

Articoli Recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Categorie
Please reload

© FP CIDA 2014

Mappa del sito

 

- Home

- Chi siamo

  - Organi

  - Statuto

- Associazioni

- Servizi

- Notizie

- Documenti

- Link

- Eventi

- Contattaci

Ultime Notizie

Iscriviti alla Mailing List

Please reload

Dove siamo...

Iscriviti agli Aggiornamenti